La nuova casa del Randiere

Progetto di recupero e rifunzionalizzazione della Casa del Randiere, lo storico custode del Santuario di Sant’Anna di Vinadio, attorno a cui verte un programma di azioni di valorizzazione in ambito turistico-culturale e sociale.

Interviste

– Architetto Francesca Perlo, Associazione Noau | Officina culturale, projet management del bando FCRT Santuari e comunità – storie che si incontrano e del progetto di allestimento del percorso storico narrativo.

– Architetto Igor Violino, Direttore e coordinatore diocesano dell’Ufficio beni culturali ecclesiastici e l’edilizia di culto della Diocesi di Cuneo. La Casa, abbandonata dal 2006, dopo il completo recupero ospiterà una sala polifunzionale e un percorso museale immersivo dedicato ai tanti percorsi attorno a Sant’Anna, da quelli dei commerci medioevali ai percorsi del contrabbando, ai cammini di fede e devozione fino a quelli escursionistici e ciclistici che attraversano la Valle Stura. Con un’ampia partnership che unisce gli uffici della Diocesi di Cuneo, associazioni e istituzioni pubbliche del territorio, il progetto mira ad ampliare i pubblici del santuario con una strategia partecipativa che mette al centro le comunità locali.

 

 

Sviluppo a cura di ESABIT
made with ❤️ in ACD