Il Pellegrinaggio a piedi

AVVERTENZE PER CHI SCEGLIE IL PELLEGRINAGGIO A PIEDI

  • Per le strade con traffico, camminare sulla sinistra, in fila indiana, secondo le norme del codice stradale.
  • Stringere a sinistra nelle curve e nelle strettoie.
  • Scegliere i percorsi meno battuti dalle macchine. Da Borgo San Dalmazzo si può prendere il sentiero che costeggia la montagna fino alla vecchia via militare (frazione Bedoira), che porta fino a Pratolungo.
  • Programmare le opportune tappe, inserendo, possibilmente, una riflessione o una preghiera adatta.
  • Non avventurarsi in una marcia lunga, dalle caratteristiche sportive, senza congruo allenamento. Si rischia di arrivare al Santuario sfibrati, senza le forze per completare spiritualmente la valida esperienza del pellegrinaggio.
  • E’ una buona prassi quella di fare un tratto di strada a piedi, ma secondo le proprie forze (ad esempio, dalla Madonna delle Nevi o dal bivio della Lombarda, o dal Baraccone o da Pratolungo, unendo i passi alla preghiera).
  • Per un pellegrinaggio autentico si consiglia vivamente di approdare all’incontro con Dio, nel nome di Sant’Anna, attraverso la partecipazione ai Sacramenti della Penitenza e dell’Eucaristia.

Nelle ore notturne segnalare la propria presenza con una pila e con eventuali catarifrangenti o strisce fosforescenti.

La prudenza non è mai troppa, specie nelle notti di sabato e domenica.

Per ulteriori informazioni  sul pellegrinaggio a Sant’Anna di Vinadio visitate il sito http://www.ilcamminodisantanna.org/

Top

Lascia un commento

Required fields are marked *.